Macchie da infiltrazione sulle pareti? Ecco come eliminarle

Macchie infiltrazione

Come eliminare le macchie da infiltrazione orribili che si formano sui muri di casa, è un quesito che attanaglia più gente di quanto si pensi. Ma prima ancora di passare in rassegna i migliori consigli per sconfiggere il problema, è necessario trovarne la causa ed eliminarla.

  • Capire perchè le macchie da infiltrazione si formano

Una delle cause più frequenti di infiltrazioni, è l’acqua piovana. In pratica l’acqua presente in natura si infiltra nei muri di casa per varie ragioni. Può essere perchè ci sono punti meno forti nella costruzione, oppure può entrare a causa di una rottura dell’impermeabilizzazione da copertura.

Altra ipotesi frequente sono le infiltrazioni legate ad rotture dell’impianto idrico della propria abitazione, o di un’abitazione vicina.

Non è detto che tu abbia a che fare con vere e proprie macchie da infiltrazione.

Tieni presente che le antiestetiche macchie sui muri, più che infiltrazioni d’acqua, possono essere dovute alla risalita di umidità, dovuta alla presenza di sali idroscopici e ad altri sali presenti sul terreno. Oppure nelle stanze asposte a nord, nelle cantine e nei seminterrati è facile avere a che fare con macchie dovute al ristagno di vapore acqueo.

Queste sono le cause più frequenti di macchie di umidità. Capire quale sia il tuo problema è il primo passo per poterlo risolvere alla radice.

  • Come eliminare le macchie da infiltrazione

Una volta eliminata la causa del problema, resta da far fronte alle macchie.

Se avevi intenzione di dare una rinfrescata ai muri a prescindere dal problema dell’infiltrazione, allora potrai procedere normalmente.

Se invece hai appena ristrutturato e ti ritrovi con queste antiestetiche macchie solo in alcuni punti, di seguito trovi dei consigli per evitare di dovere ridipingere tutta la parete, o la stanza.

Puoi ritrovarti dinnanzi a due casi:

  • L’infiltrazione interessa una piccola zona della parete;
  • L’infiltrazione interessa un’area vasta.

Caso 1. Devi procedere a eliminare per bene la macchia pulendola anche ripetutamente con una soluzione di acqua e candeggina (rapporto 10 di acqua e 1 di candeggina). Puoi in alternativa eliminare lo strato più superficiale di intonaco carteggiandolo. Poi applica della cementite e infine procedi a ritinteggiare.

Caso 2. Qui il lavoro risulta essere più lungo e laborioso, infatti se l’infiltrazione è profonda e l’intonaco è danneggiato in profondità è necessario toglierlo, altrimenti ti ritroverai nuovamente con muffa. Quindi ti tocca togliere l’intonaco, mettere dello stucco e aspettare che asciughi completamente. Prima di procedere all’applicazione della normale pittura, onde evitare che la macchia continui a vedersi, è meglio applicare della pittura risanante a solvente molto coprente. Dopo aver fatto asciugare per bene si può procedere alla normale pittura.

Questi sono alcuni consigli per affrontare il fastidioso problema delle macchie da infiltrazione. Non sottovalutare il problema visto che l’umidità genera muffa, che fa male alla salute, tra l’altro rendendo più diffile riscaldare perfettamente l’abitazione.

Ricorda che se il problema persiste sarà meglio rivolgersi ad un bravo imbianchino Milano.

Parquet Ikea: gamma prodotti

parquet Ikea

Il parquet è una tipologia di pavimentazione calda e accogliente che è sempre più ricercata ed apprezzata nel nostro Paese. Infatti le problematiche che affliggevano questo materiale in passato, legate ai cambiamenti nelle condizioni di umidità che portavano i pavimenti a fessurarsi o ad allargarsi, sono da tempo state superate. Infatti grazie all’impiego di diversi strati di legno e materiali compositi, al giorno d’oggi i pavimenti non presentano mai problemi di stabilità, sono di facile manutenzione e resistenti ai danni. Per chi volesse pavimentare la propria abitazione senza spendere troppi soldi, la gamma di parquet del CATALOGO IKEA  è la soluzione perfetta poiché a buon mercato e di semplice installazione.

I parquet IKEA sono laminati tipo finto parquet che replicano l’aspetto e le caratteristiche del legno. Un ottimo compromesso, dunque, per chi volesse dare nuova vita ai propri pavimenti. Il materiale utilizzato nei laminati IKEA è un composto di fibra di legno, carta, lamina di melammina e lamina su cui è impresso il disegno. Sicuramente si tratta di un materiale più economico, facile da pulire, che richiede meno cura nella manutenzione rispetto ai parquet in materiale più pregiato. IKEA offre una vasta scelta di effetti disponibili, in modo da soddisfare le richieste più esigenti, adattandosi bene a materiali e colori del nostro arredamento.

I pavimenti in laminato IKEA sono estremamente facili da utilizzare: infatti non hanno bisogno di essere incollati e possono essere posati su un pavimento preesistente (con eccezione per la moquette spessa) o a diretto contatto con il cemento. Nel caso di un pavimento preesistente, è consigliato l’utilizzo di un rivestimento per pavimenti (NIVÅ di IKEA). Se deve essere applicato sul cemento, dovrà essere utilizzata la lamina in plastica SPÄRRA. L’unico accorgimento da tenere bene a mente con i pavimenti in laminato, è quello di evitare le stanze particolarmente soggette all’umidità, con caduta frequente e abbondante di acqua, che potrebbe andare ad infiltrarsi tra le giunture con possibile ristagno nella parte sottostante.