Google Chrome: ridurre il consumo di Ram

Se hai scelto come browser predefinito Google Chrome, potresti esserti accorti di alcuni problemi. Il browser infatti, non all’inizio, ma dopo un pò di tempo che girerà nel tuo pc, inizierà a rallentarti sempre più ogni programma e metterci più tempo e a bloccarsi nei caricamenti. Qual è la causa? Il troppo utilizzo di RAM da parte di Chrome. Se provi a controllare dal task manager, premendo ctrl+alt+canc e cliccando su “gestione attività“, potrai visualizzare come spesso capiti che ogni singola scheda del browser venga considerato come un processo a sé stante e che occupa davvero tanta RAM. Sui pc più nuovi e più performanti nessun problema, ma immagina un vecchio computer con altri due programmi aperti. Va in blocco dopo pochi minuti! Poi con il caldo che fa in questi giorni figuriamoci. Esiste allora un modo per ridurre il consumo di RAM su Google Chrome? Vediamo alcuni consigli.

Come ridurre il consumo di RAM su Google Chrome con questi consigli

Se il tuo pc sta iniziando a rallentare e proprio non puoi fare a meno di utilizzare un browser più leggero come potrebbe essere ad esempio “Yandex“, allora segui quello che ti sto per dire. Innanzitutto attua dei piccoli accorgimenti: riduci il numero dei preferiti, diminuisci le estensioni installate e apri meno schede possibili contemporaneamente (meglio se una sola per volta). Considera che aprire solo una pagina per Facebook va a prendersi ben 150 Megabyte di RAM e non sono pochi!Ridurre il consumo di RAM su Google Chrome

Chrome Canary ci spiega come ridurre il consumo di RAM su Google Chrome

Google sta lavorando duramente per risolvere questo problema e proprio per questo nell’ultima versione denominata “Canary“, è stata introdotta una funzione che “spegne” le schede momentaneamente e lascia attiva solo quella su cui si sta navigando. Il processo si chiama “Tab discarding” e già di per sé potrebbe rivelarsi molto utile.Si può installare Chrome Canary da questo link e si riconosce per l’icona completamente dorata del browser. Digitando poi nella barra degli indirizzi questa stringa “chrome://flags/#enable-tab-discarding”, si attiverà l’opzione scelta e si potranno vedere i ranking in basi ai quali ogni singola scheda viene spento o riaccesa a livello di RAM. Il ranking è basato su quanto spesso utilizziamo quel dato sito web in rapporto ad altri fattori. Se invece si digita “chrome://discards” si potranno anche disabilitare manualmente le schede che ci servono meno per alleggerire i processi di Google Chrome.

Notizie tecnologia www.tecnologiaweb.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *